Controcorrente

Claudia Carotenuto e Daniele Giustozzi hanno attraversato l’intera Penisola in trenta giorni a bordo di un’auto ibrida per indagare gli aspetti ambientale, economico, sociale, storico, politico e religioso dell’acqua.
Oggi la percorrono di nuovo, portando on the road il frutto della loro ricerca, il documentario #controcorrente, ieri sera in proiezione al Cinema Etrusco Di Tarquinia, evento del Festival PAGINEaCOLORI 2019.

Un viaggio fatto di imprevisti, ma soprattutto, raccontano gli autori, fatto di tutte le persone che hanno incontrato sul loro cammino: professori, biologi, tecnici, attivisti, pescatori, volontari, cittadini. Hanno voluto dar voce a quella molteplicità di esseri umani che in maniera assolutamente personale è profondamente coinvolta con le proprie azioni nel ciclo dell’acqua. I due autori hanno prestato la loro attenzione all’attivismo di Greenpeace, alle comunità di naturalisti, ai volontari di Legambiente, a quelli delle riserve naturali, alle Onlus, ai comitati cittadini… E anche e soprattutto hanno incontrato, nel corso dei 6mila chilometri percorsi, tantissimi giovani attivi e consapevoli.

Quello che hanno portato con loro e che con il loro lavoro portano oggi fino a tutti noi, è l’esigenza di una nuova coscienza ambientale globale, interconnessa a tutte le tematiche politiche e sociali che ci troviamo ad affrontare in questa nostra epoca.

Si chiude Controcorrente con un messaggio positivo: Claudia e Daniele hanno calcolato che per compensare l’impronta ecologica del loro docufilm fosse necessario piantare circa 60 alberi. Ebbene, hanno deciso di piantarne 200 Fontanetto Po, in provincia di Vercelli.

Una bellissima esperienza anche per tutti noi al Festival PAGINEaCOLORI, grazie mille a Claudia e Daniele e buona fortuna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *