Alessandra Cimatoribus

Ho iniziato a disegnare quando ero molto piccola, e faccio l’illustratrice da tanto tempo. Ho pubblicato finora una quarantina di libri con editori italiani, europei e americani, molti dei quali sono stati tradotti in numerose lingue.

Ho illustrato anche giochi, costumi teatrali, packaging, manifesti, articoli per riviste; ho creato quattordici murales per lo zoo di Philadelphia, grazie ai quali lo Zoo ha vinto il Top Honors Exhibit Award del 2014.

Collaboro anche con scuole e biblioteche, organizzando laboratori e incontri sul tema del libro e dell’illustrazione. Ho tenuto corsi di illustrazione estivi e autunnali a Sarmede.

I miei lavori sono stati presenti in circa ottanta mostre, nazionali e internazionali, tra le più importanti del settore.

http://www.cimatoribusalessandra.com/

Il libro in mostra è Benvenuto Pomodoro. Edito da Interlinea.

Un piccolo seme, trasportato da un uccellino, cade in un vaso di terra che si trova sul terrazzo di un appartamento di città.

Nasce una piantina di pomodoro. Con la piantina nasce anche l’entusiasmo di un nonno e delle sue due nipotine che, da quel momento in poi, si prenderanno cura della nuova vita e l’aiuteranno a crescere e fortificarsi.

Altre piantine nasceranno in seguito, trasformando il terrazzo in un magnifico e rigoglioso orto. Da qui, ancora nuove nascite o rinascite: il rafforzamento del legame affettivo tra nonno e nipoti; la gioia dello stare insieme a tavola, gustando buoni frutti; la curiosità di conoscere, di sapere qualcosa di più sul cibo che mangiamo e su come viene prodotto; l’ entusiasmo che varca i confini del terrazzo, contagiando i vicini di casa, desiderosi anch’essi di imparare a fare un orto. Il piccolo seme, in fin dei conti, ha generato molto più di una tenera piantina di pomodoro: ha stabilito e consolidato legami, esperienze, saperi profondi.

03_p 10-11

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *